Bertolt Brecht : “Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente”





Non mi piace pensare che esiste l’ingiustizia della legge, non mi piace perché è dura da digerire, mi rendo conto che spesso e volentieri si perde traccia degli eventi perché non sono più sensazionali e solo grazie alla diretta conoscenza delle persone coinvolte verrai a sapere che quella storia non è finita così. Ma…………..






“ Non c’è niente di più profondo di ciò che appare in superficie “




Pino Ciampolillo




venerdì 18 novembre 2011

IL VENTO PADANO CON I SUOI PERSONAGGI SICILIANI





IL VENTO PADANO CON I SUOI PERSONAGGI SICILIANI 
Le fonti copiate del Piano regionale di coordinamento per la tutela della qualità dell'aria ambiente della Regione Siciliana

Dottor Salvatore Anzà prot 640 10.12.2007 Reg. Sicilia Ass. Ter. Ambiente Servizio 3  pag 2 :"..permane tra i colleghi uno stato di disinformazione e meraviglia che il nostro manipolo di cialtroni (Genchi. Cammarata, Messina, Fontana Pellerito)..."
Dottor Salvatore Anzà prot 86097 10.12.2007 Reg. Sicilia Ass. Ter. Ambiente Servizio 3  pag 1 :"..l'attività di una banda di lestofanti (Genchi. Cammarata, Messina, Fontana Pellerito)..."
Dottor Salvatore Anzà prot 86097 10.12.2007 Reg. Sicilia Ass. Ter. Ambiente Servizio 3  pag 8 :"..Il trio dei lestofanti  convoca quindi una conferenza stampa nella quale, facendo ricorso a colpi di teatro degni dei migliori illusionisti, imbroglia i giornalisti per utilizzarli come cassa di risonanza..... Da npotare che nell'ambito di questa conferenza-burla il presidente di Legambiente Sicilia, con una faccia di bronzo senza .....  
Piano Sicilia/Fonte del copiato
A nulla sono valsi i tentativi
di rivedere il Piano Copiato
e quindi a non far indire
la coferenza stampa
informativa



Capitolo 1: pagine
Piano Sicilia: 9-14  
Fonte del copiato: Piano Veneto pagg. 1-9

Piano Sicilia: 15-19
Fonte del copiato:

Piano Sicilia: 20-24 
Fonte del copiato:
  • Relazione stato dell’ambiente Agenda 21, Comune Palermo pagg. 26-27 e 113-117
  • Programma pluriennale regionale attuativo regolamento CEE 2080/92 biennio 1998-99 pagg. 2-3

Piano Sicilia: 25-29
Fonte del copiato: Piano Veneto pagg. 14-20

Capitolo 2: pagine
Piano Sicilia: 30-31
Fonte del copiato:  pagg. 22-23



Piano Sicilia: 36-49
Fonte del copiato: 
  • Annuario ARPA 2004 pagg. 2.14-2.25, 2.8-2.13, 2.36-2.40

Piano Sicilia: 49
Fonte del copiato:  Piano Veneto pag. 29
  • Annuario ARPA 2005 pag. 2.7


Piano Sicilia: 49 - 69  
Fonte del copiato:  Piano Veneto pag. 29
  • Annuario ARPA 2006 pagg. 2.6-2.28


Piano Sicilia: 70
Fonte del copiato: Piano Veneto pagg. 34 e 42

Piano Sicilia: 70-71
Fonte del copiato: 
  • Annuario ARPA 2004 pag. 2.42


Piano Sicilia: 71-72
Fonte del copiato: 
  • Annuario ARPA 2005 pagg. 2.18-2.19

Piano Sicilia:72-74
Fonte del copiato: 


Piano Sicilia:74-80
Fonte del copiato: 
  • Dipartimento Chimica, Univ. Palermo

Piano Sicilia:81-84
Fonte del copiato:  
  • AMIA Palermo relazione 1997-98 pagg. 44-47

Piano Sicilia:84-86
Fonte del copiato: 
  • AMIA Palermo III relazione pagg. 278-284

Piano Sicilia:90-91
Fonte del copiato: 


Piano Sicilia: 91 -104
Fonte del copiato: 
  • Carta climatica e atlante climatologico della Sicilia pagg. 103-106 e 109-112
  • Univ. Ferrara tesi laurea “L’ambiente naturale” cap. II
  • Programma pluriennale regionale attuativo regolamento CEE 2080/92 biennio 1998-99 pagg. 3-4
  
Piano Sicilia:105-106
Fonte del copiato:

Piano Sicilia:106-109
Fonte del copiato:
  • Carta climatica e atlante climatologico della Sicilia pagg. 108 e 113-114

Piano Sicilia:109-110
Fonte del copiato:
  • I Processi di desertificazione ed i possibili interventi di mitigazione pag. 1

Piano Sicilia:110-111
Fonte del copiato:
  • Carta climatica e atlante climatologico della Sicilia pagg. 108-109 e 112-113

Piano Sicilia:111
Fonte del copiato:

Piano Sicilia:111-112
Fonte del copiato: Istituto veneto
DF   pagg.20-21


Piano Sicilia:114
Fonte del copiato:  Piano Veneto pagg. 82 e 85
  • Piano provinciale tutela qualità aria Prov. Aut. Trento, allegato C pag. 38


Piano Sicilia:115-120
Fonte del copiato:

Piano Sicilia:124
Fonte del copiato:   
  • Annuario ARPA 2005 pagg. 2.23-2.24

Piano Sicilia: 125 133
Fonte del copiato:

Piano Sicilia:133 140
Fonte del copiato:
  • Annuario ARPA 2006 pagg. 2.25-2.39,
  • AMIA V relazione pagg. 276-284

Piano Sicilia:140
Fonte del copiato:

Piano Sicilia:140 141
Fonte del copiato:   
  • Linee guida Comprensorio del Mela 2005 pagg. 69-70

Piano Sicilia:151 155
Fonte del copiato:
  • ARPA Laboratorio mobile Milazzo pagg. 14, 22-24 e 32-42

Piano Sicilia:157
Fonte del copiato:
  • AMIA 3-4-5 relazione

Capitolo 3: pagine
Piano Sicilia: 169
Fonte del copiato:

Piano Sicilia:170 171
Fonte del copiato:

Piano Sicilia:172 173
Fonte del copiato:

Piano Sicilia:174 175
Fonte del copiato:

Piano Sicilia:176
Fonte del copiato:

Piano Sicilia:177 178
Fonte del copiato:

Piano Sicilia:179 180
Fonte del copiato:

Piano Sicilia:181
Fonte del copiato:

Piano Sicilia:182
Fonte del copiato:
  • Annuario ARPA 2004 pag. 2.64
  • Amia V relazione pagg. 276-278 e 284

Piano Sicilia: 183 185
Fonte del copiato:

Piano Sicilia:186
Fonte del copiato:

Piano Sicilia: 187
Fonte del copiato:
Annuario ARPA 2004 pag. 2.72
Amia V relazione pagg. 281-283

Piano Sicilia:188 189
Fonte del copiato:
  • Amia V relazione pagg. 281-283
  • 158-168 (Genchi-Cammarata)

Piano Sicilia:189 195
Fonte del copiato:

Capitolo 4: pagine
Piano Sicilia:196 200
Fonte del copiato:
  • Linee guida Comprensorio Mela 2005 pag. 196,
  • DM 261/02
  • Normativa

Capitolo 5: pagine
Piano Sicilia:201 202
Fonte del copiato: 
  • Annuario ARPA 2004 pagg. 2.44-2.46

Piano Sicilia:201 203
Fonte del copiato:

Capitolo 6: pagine
Piano Sicilia:204 218
Fonte del copiato:

Capitolo 7: pagine
Piano Sicilia:219 220
Fonte del copiato:

Piano Sicilia:232 233
Fonte del copiato:

Piano Sicilia:233
Fonte del copiato:
  • Piano Direttore, Ass.to Turismo e Trasporti, Sicilia, pagg. 4-6

Capitolo 8: pagine
Piano Sicilia:234
Fonte del copiato:

Capitolo 9: pagine
Piano Sicilia:235
Fonte del copiato:

Capitolo 10: pagine
Piano Sicilia:236
Fonte del copiato:

GLOSSARIO
Piano Sicilia:237 239
Fonte del copiato:


BIBLIOGRAFIA
Piano Sicilia:240 241
Fonte del copiato:
  • Blibliografia Annuario ARPA  pag. 2.37-2.39 

VEROSOMIGLIANZA TRA IL PIANO ARIA SICILIA E QUELLO VENETO AI CAPITOLI 1 E 2
Capitolo 1 Piano Sicilia da pag 9 a pag 14
corrispondente al Piano Veneto da pag 1 pag 9

Capitolo 1 Piano Sicilia da pag 9 a pag 14
corrispondente al Piano Veneto da pag 1 pag 9

Capitolo 1 Piano Sicilia da pag 9 a pag 14
corrispondente al Piano Veneto da pag 1 pag 9

Capitolo 1 Piano Sicilia da pag 9 a pag 14
corrispondente al Piano Veneto da pag 1 pag 9

Capitolo 1 Piano Sicilia da pag 9 a pag 14
corrispondente al Piano Veneto da pag 1 pag 9

Capitolo 1 Piano Sicilia da pag 9 a pag 14
corrispondente al Piano Veneto da pag 1 pag 9

Capitolo 1 Piano Veneto da pag 1 a pag 9
attinto dal Piano Sicilia a pag 9 sino pag 14

Capitolo 1 Piano Veneto da pag 1 a pag 9
attinto dal Piano Sicilia a pag 9 sino pag 14

Capitolo 1 Piano Veneto da pag 1 a pag 9
attinto dal Piano Sicilia a pag 9 sino pag 14

Capitolo 1 Piano Veneto da pag 1 a pag 9
attinto dal Piano Sicilia a pag 9 sino pag 14

Capitolo 1 Piano Veneto da pag 1 a pag 9
attinto dal Piano Sicilia a pag 9 sino pag 14

Capitolo 1 Piano Veneto da pag 1 a pag 9
attinto dal Piano Sicilia a pag 9 sino pag 14

Capitolo 1 Piano Veneto da pag 1 a pag 9
attinto dal Piano Sicilia a pag 9 sino pag 14

Capitolo 1 Piano Veneto da pag 1 a pag 9
attinto dal Piano Sicilia a pag 9 sino pag 14

Capitolo 1 Piano Veneto da pag 1 a pag 9
attinto dal Piano Sicilia a pag 9 sino pag 14

Capitolo 2 Piano Sicilia   pag 30 e pag 31
corrispondente al Piano Veneto della pag 22 e 23

Capitolo 2 Piano Sicilia   pag 30 e pag 31
corrispondente al Piano Veneto della pag 22 e 23

Capitolo 2 Piano Veneto   pag 22 e pag 23
attinto dal Piano Sicilia alle pag 30 e 31

Capitolo 2 Piano Veneto   pag 22 e pag 23
attinto dal Piano Sicilia alle pag 30 e 31

PIANO REGIONALE DI COORDINAMENTO PER LA TUTELA DELLA QUALITA'DELL'ARIA

Contenuti del Piano
Adempimenti attuativi
1. Inventario delle emissioni in atmosfera
2. Valutazione della qualità dell'aria e zonizzazione
3. Valutazione preliminare e zonizzazione preliminare per l'ozono (D.A. 169/Gab del 18/09/2009 - Allegato 1).
4. Valutazione preliminare e zonizzazione preliminare per IPA e metalli pesanti (D.A. 168/Gab del 18/09/2009 - Allegato 1

Assessorato Regionale Territorio e Ambiente
Dipartimento Regionale Territorio e Ambiente
Piano regionale di coordinamento  per la tutela della qualità dell’aria ambiente
Piano regionale di coordinamento per la tutela della qualità dell’aria ambiente

Servizio 3 “Tutela dall’inquinamento atmosferico” – Tel. 091-7077585 – e-mail: sanza@artasicilia.it  2
Assessorato Regionale Territorio e Ambiente
Dipartimento Regionale Territorio e Ambiente
Piano regionale di coordinamento per la tutela della qualità dell’aria ambiente
Autori :
Assessorato Regionale Territorio e Ambiente
Ph.D. Salvatore Anzà(1), Ing. Francesco Rosario Lipari(1), Ing. Enzo La Rocca(1.) .
Arpa Sicilia
Dott. Gaetano Capilli(2), Ing. Dario Di Gangi(2).
Università di Palermo
Prof. Ing. Salvatore Barbaro(3), Ph.D. Rosario Caracausi(3), Ing. Paolo Daino(4).
Università di Messina
Prof. Adolfo Parmaliana(5).
Si rigrazia per aver contribuito alla stesura del Piano:
Dott.ssa Vincenza Caracausi, Ph.D. Bénédicte Chaix, Ing. Gaetano Cognata, Ph.D. Claudia Espro e
Ing Antonino Ganci.
(1) Dipartimento Territorio e Ambiente – Servizio 3 “ Tutela dall’inquinamento atmosferico
(2) Arpa Sicilia – ST IV “Atmosfera
(3) Università di Palermo - Facoltà di Ingegneria – CIRIAS Centro Interdipartimentale di Ricerca
in Ingegneria dell’Automazione e dei Sistemi.
(4) Docente e libero professionista.
(5) Università di Messina – Dipartimento di Chimica Industriale ed Ingegneria dei Materiali.

SOMMARIO
PREMESSA
1 - INQUADRAMENTO GENERALE
1.1 SINTESI DELLA STRATEGIA DEL PIANO
1.2 INQUINANTI CHE SUPERANO GLI STANDARD
1.3 MISURE E RISULTATI PREVISTI
1.4 ARTICOLAZIONE DEL PIANO O PROGRAMMA IN FASI
1.5 CARATTERISTICHE GENERALI DEL TERRITORIO REGIONALE
1.5.1 Morfologia ed uso del suolo
1.5.2 Verde urbano e fenomeni di dissesto e processi degradativi dei suoli
1.5.3 Aree protette della regione
1.6 QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO
1.6.1 Il contesto europeo
1.6.2 La normativa nazionale
1.7 AMMINISTRAZIONI COMPETENTI
1.8 INFORMAZIONI PER IL PUBBLICO E PER GLI ORGANISMI INTERESSATI
2 – ELEMENTI DI SINTESI SULL’INQUINAMENTO ATMOSFERICO
2.1 FONTI DI EMISSIONE DI INQUINANTI NELL’ARIA: STIME APAT
2.1.1 Emissioni di particolato (PM10)
2.1.2 Emissioni di monossido di carbonio (CO)
2.1.3 Emissioni di sostanze acidificanti (SOX, NOX, NH3)
2.1.4 Emissioni di precursori dell’ozono (NOX e COVNM)
2.1.5 Emissioni di gas serra anidride carbonica (CO2eq): CO2 , CH4 , N2O
2.1.6 Emissioni di benzene (C6H6)
2.1.7 Emissioni inquinanti nei centri urbani della regione Sicilia
2.1.8 Emissioni di sostanze inquinanti da trasporto stradale
2.1.9 Concentrazioni dei metalli pesanti. Analisi dei dati rilevati a Palermo nel 2007
2.1.10 Campionamenti passivi: applicazione alla città di Palermo (fonte AMIA Palermo)
2.1.10.1 Simulazioni e mappature a scala urbana: Applicazione alla città di Milazzo
2.1.11 Emissioni di inquinanti da altre infrastrutture dei trasporti
2.1.12 Emissioni di inquinanti da impianti di riscaldamento. Mappature urbane
2.1.13 Inquinamento proveniente da altre aree esterne
2.1.14 Inquinamento generato da eventi naturali
2.2 ANALISI DEI DATI METEOCLIMATICI
2.2.1 Introduzione
2.2.2 Rete di rilevamento e sue finalità
2.2.3 Considerazioni climatiche sulla Sicilia
2.2.3.1 Caratteristiche generali
2.2.3.2 Le precipitazioni
2.2.3.3 Le temperature
2.2.3.4 Peculiarità del clima della Sicilia e Schede del Profilo Climatico della Sicilia (Fonte ENEA)

2.2.3.5 Precipitazioni di massima intensità e loro frequenza probabile
2.2.3.6 Condizioni meteorologiche tipiche e/o frequenti sfavorevoli alla dispersione degli inquinanti
2.2.3.7 Condizioni meteorologiche tipiche e/o frequenti favorevoli alla formazione di inquinanti secondari
2.3 ELEMENTI DI SINTESI RELATIVI ALLA VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL’ARIA
2.3.1 Rete di monitoraggio della qualità dell’aria
2.3.2 I principali inquinanti atmosferici
2.3.3 Dati storici di qualità dell’aria: gli ambiti urbani ed extra-urbani
2.3.3.1 Concentrazione in atmosfera di biossido di zolfo (SO2)
2.3.3.2 Concentrazioni in atmosfera di particolato (PM10)
2.3.3.3 Concentrazione media annuale del biossido di azoto (NO2)
2.3.3.4 Concentrazioni in atmosfera di Ozono (O3)
2.3.3.5 Concentrazioni in atmosfera di monossido di carbonio (CO)
2.3.3.6 Concentrazioni in atmosfera di benzene (C6H6)
2.3.3.7 Anno-tipo
2.3.4. Integrazione della rete di rilevamento dell’inquinamento atmosferico mediante tecniche e strumenti di biomonitoraggio
2.3.5 Dati storici di qualità dell’aria: gli ambiti produttivi
2.3.6 Il monitoraggio delle piogge acide
2.3.6.1 Misura dell’acidità delle piogge a Palermo (fonte AMIA Palermo)
3 – CARATTERIZZAZIONE DELLE ZONE
3.1 PRIMA ZONIZZAZIONE
3.2 VERIFICA DEL SUPERAMENTO DEI VALORI LIMITE
3.3 IDENTIFICAZIONE DELLE ZONE CRITICHE, DI RISANAMENTO E DI MANTENIMENTO
3.4 ZONE A (zone critiche nelle quali applicare i piani di azione)
3.5 ZONE B (zone nelle quali applicare i piani di risanamento)
3.6 ZONE C (zone nelle quali applicare i piani di mantenimento)
3.7 MAPPATURA DELLE ZONE
4 - QUADRO NORMATIVO DI BASE IN MATERIA DI CONTROLLO
DELL’INQUINAMENTO ATMOSFERICO
4.1 ASPETTI GENERALI
4.2 NORMATIVA DELLA COMUNITÀ EUROPEA
4.3 NORMATIVA STATALE
4.4 NORMATIVA REGIONALE
5 – ANALISI DELLE TENDENZE
5.1 SCENARI DI RIFERIMENTO PER LA QUALITÀ DELL’ARIA
5.2 SCENARI DI RIDUZIONE DELLE EMISSIONI


6 - LE AZIONI DEL PIANO
6.1 RASSEGNA DELLE MISURE DI CONTENIMENTO DEGLI INQUINANTI
ATMOSFERICI
6.1.1 Misure di carattere generale valevoli per tutti gli inquinanti e per tutto il territorio
6.1.2 Misure da applicare per la riduzione degli inquinanti PM10 e IPA (Idrocarburi
Policiclici Aromatici)
6.1.3 Misure da applicare per la riduzione degli inquinanti Benzene, Piombo, CO, SO2
6.1.4 Misure da applicare per la riduzione del Biossido di Azoto (NO2)
6.1.5 Misure da applicare per la riduzione dell’Ozono
6.2 INDIVIDUAZIONE DELLE AZIONI DI INTERVENTO
6.2.1 Misure a favore della mobilità sostenibile e della prevenzione e riduzione delle emissioni nelle città ed al controllo delle emissioni dei veicoli circolanti
6.2.1.1 Interventi a medio e lungo termine
6.2.1.2 Interventi di breve periodo
6.2.1.3 Provvedimenti da assumere in caso di superamento delle soglie di allarme e dei valori limite per uno o più inquinanti
6.3 IDENTIFICAZIONE DEI RISULTATI DI RIDUZIONE DELLE CONCENTRAZIONI DEL PIANO
6.4 STRATEGIE PER LA PARTECIPAZIONE DEL PUBBLICO
6.5 MONITORAGGIO DEL PIANO
6.6 VERIFICA DEL PIANO
6.6.1 Controlli
6.6.2 Informazione alla popolazione
6.7 REVISIONE DEL PIANO
7 – PROVVEDIMENTI O PROGETTI A LUNGO TERMINE
7.1 I PROGETTI
7.1.1 Progetto SIMAGE
7.1.2 Progetto di razionalizzazione e ottimizzazione delle reti di monitoraggio della qualità dell’aria della Sicilia. Sistema integrato di monitoraggio meteo-ambientale
7.1.3 Progetto di un sistema di controllo della qualità dell’aria a scala urbana
7.1.4 Progetto di implementazione di una banca dati ambientale SITA.
7.1.5 Progetto: Analisi della Climatologia Urbana e Qualità del Clima
7.1.6 Messa a punto di un protocollo per la Sostenibilità Ambientale
7.1.7 Gestione sostenibile del territorio urbano. Progetto di ricerca per la sperimentazione di intonaci decorativi e rivestimenti stradali fotocatalitici
7.1.8 Studio sulla composizione del particolato respirabile PM10 e PM2.5 e caratterizzazione dell’inquinamento atmosferico nelle aree urbane del Comune di Palermo
7.1.9 Attività di Supporto Tecnico-Scientifico alla revisione del Piano di Risanamento e Tutela della Qualità dell’Aria
7.1.10 Progetti ed attività avviate dall’Ufficio speciale “Aree ad elevato rischio di crisi ambientale”
7.1.11 Analisi dei dati meteoclimatici e dei parametri chimici, implementazione di un database relazionale e determinazione degli anni tipo a micro e macroscala.
7.1.12 Correlazioni tra inquinamento dell’aria da traffico veicolare ed inquinamento acustico.
 7.1.13 Convenzione ARTA Sicilia, DREAM, Messa a punto di un sistema integrato per la valutazione e la gestione della qualità dell’aria nelle aree metropolitane della regione Sicilia”.
7.1.14 PROGETTO POR Sicilia 2007. Combustibili alternativi e tutela della qualità dell’aria.
7.1.15 Applicazione di modelli per la stima della qualità dell’aria in aree campione
7.1.16 Altre misure ed azioni fianlizzate al miglioramento della qualità dell’aria ambiente nelle aree a maggior concentrazioni di impianti industriali.
7.2 I PROVVEDIMENTI
7.2.1 Accordo di Programma sulla Chimica
7.2.2 IPPC
7.2.3 Piano Regionale dei Trasporti e della Mobilità (2002)
8 – ELENCO DEI DOCUMENTI UTILIZZATI
8.1 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO
9 – RIMOZIONE DEGLI OSTACOLI PROCEDURALI
9.1 CARBURANTI PIÙ PULITI
9.2 CONVERTITORI CATALITICI
9.3 APPLICAZIONE DELLA DIRETTIVA 96/61/CE (“IPPC”)
10 – COORDINAMENTO INTERREGIONALE
GLOSSARIO
BIBLIOGRAFIA
ALLEGATI
1. Il sistema dei trasporti in Sicilia
2. Parchi e riserve naturali in Sicilia
3. Parco veicolare in Italia
4. Parco veicolare in Sicilia
5. Vendita di carburante per autotrazione in Italia ed in Sicilia negli anni 1997-2005
6. Valutazione preliminare della qualità dell’aria e criteri seguiti per la zonizzazione (ex artt. 5, 6,
7, 8 e 9, D. Lgs. n. 351/99)
7. Convenzione per la fornitura del software “Air Suite” per la redazione del piano e dei programmi previsti dal D. Lgs. n. 351/99 per la valutazione e la gestione della Qualità dell’Aria nella Regione Sicilia.
8. D.D.U.S. n. 07 del 14/06/2006 “Piano di azione per la prevenzione dell’inquinamento
atmosferico dell’Area ad elevato rischio di crisi ambientale della Provincia di Siracusa”.
9. D.D.U.S. n. 19 del 05/09/2006 “Piano di azione per la prevenzione dell’inquinamento
atmosferico dell’Area ad elevato rischio di crisi ambientale della Provincia di Messina”.


Leggi l'approvazione del PIANO con il Decreto Assessoriale :

  



Sicilia. Piano regionale di coordinamento per la tutela della qualità dell'aria ambiente (Decreto ...
Sicilia
Veneto
Piano Regionale di Tutela e Risanamento dell'Atmosfera
(Delibera del Consiglio regionale n. 57 del 11/11/2004 e successivi provvedimenti attuativi)
D.A. n. 175/GAB del 09/08/2007 (che detta disposizioni in merito alle procedure relative al rilascio delle autorizzazioni alle emissioni in atmosfera nel territorio della Regione Siciliana).D.A. n. 176/GAB del 09/08/2007 (di approvazione del Piano regionale di coordinamento della qualità dell’aria ambiente).D.A. n. 42 del 12/03/08 (Attivazione dei tavoli di settore provinciali per la tutela della qualità dell’aria ambiente).D.A. n. 43 del 12/03/08 (Modifiche al Piano regionale di coordinamento per la tutela della qualità dell’aria ambiente).D.D.G. n. 92 del 21/02/08 (Autorizzazione alle emissioni in atmosfera - Semplificazione delle procedure amministrative ai fini del rilascio dell’autorizzazione unica di cui all’art. 12 del D. Lgs. 387/03 ed all’art. 208 del D. Lgs. 152/06)D.A. n. 94 del 24/07/08 Inventario regionale delle emissioni in aria ambiente e Valutazione della qualità dell’aria e zonizzazione del territorio. (Allegato 1) - (Allegato 2)
IL VENTO PADANO CON I SUOI PERSONAGGI SICILIANI 
Fu accusato di aver copiato dal Veneto il Piano di Risanamento dell’Aria

Condannato per diffamazione il dirigente regionale Salvatore Anzà


21 settembre 2010 -  Palermo – Sono state depositate in questi giorni le motivazioni della sentenza del Tribunale di Palermo che condanna per diffamazione il dirigente regionale, Salvatore Anzà, responsabile del Piano di Risanamento dell’Aria in Sicilia.
Andiamo a ritroso. Nel 2007, durante la conferenza “Ambiente e salute” che si tenne ad Augusta il dirigente dell’assessorato Territorio e Ambiente Giocchino Genchi, e Giuseppe Messina e Mimmo Fontana di Legambiente, sostennero e poi denunciarono alle autorità competenti che la redazione del Piano regionale di Risanamento dell’aria in Sicilia era stato per gran parte copiata dall’omologo Piano della Regione Veneto.


Il Piano fu firmato e approvato con decreto assessoriale nell’agosto dello stesso anno senza che alcuna luce fosse fatta sul caso.
Anche Striscia la Notizia si occupò della vicenda; per l’occasione sia Anzà che Tolomei, dirigente generale dell’assessorato, non solo risultarono evasivi in merito ma successivamente proprio l’Anzà passò al contrattacco dando, con note ufficiali della Regione Sicilia, per cialtroni e lestofanti e galeotti Genchi e i suoi “complici”.
Ma Legambiente aveva denunciato secondo fatti concreti ed oggettivi e le proteste del dirigente Anzà sono state giudicate diffamatorie dal Giudice unico della 1a sezione civile del tribunale di Palermo.
Anzà dovrà risarcire Giuseppe Messina di 10 mila euro + oltre 2 mila 500 euro per onorari, competenze e spese.
Le motivazioni della sentenza sono state depositate in questi giorni. Per lo stesso motivo sono in fase di conclusione i dibattimenti per la diffamazione di Anzà nei confronti anche di Mimmo Fontana e Gioacchino Genchi.

Piano di Risanamento dell'Aria in Sicilia, era copiato dalla Regione Veneto. Condannato per diffamazione il responsabile regionale Salvo Anzà

L'iniziativa partita nel 2007 da una conferenza ad Augusta
Domenica  19 Settembre 2010 - 16:29
  Scritto da Gagi
Augusta - La vicenda ha inizio da Augusta, come ricorda il professore Luigi Solarino, presidente di "Decontaminazione Sicilia", e si risolve con la condanna per diffamazione del dirigente regionale Salvo Anzà, responsabile del Piano regionale di Risanamento dell'Aria in Sicilia. Ma andiamo alla storia. Il Kiwanis Club di Augusta, presidente Sebastiano Pace, il 23 novembre2007 organizzava la conferenza sul tema "Ambiente e salute: stato attuale e prospettive di tutele del territorio augustano".
Quella sera l'auditorium di San Biagio era stracolmo di persone, fra i relatori il dirigente Chimico dell'Assessorato regionale Territorio e Ambiente dott. Gioacchino Genchi, che iniziò il suo intervento comunicando ai presenti che non avrebbe parlato di inceneritori, come era in programma, ma avrebbe relazionato sul  "Piano regionale di risanamento dell'aria in Sicilia", la cui redazione era stata affidata all'Assessorato Territorio e Ambiente ed alle Università di Palermo e di Messina.
Il Genchi sostenava che detto Piano presentava ampie parti copiate dalla dall'omologo Piano predisposto dalla Regione Veneto cui gli estensori avrebbero attinto usando il sistema, copia e incolla.
A distanza di quasi tre anni si torna a parlare del Piano Regionale Aria con la condanna del proprio di Salvatore Anzà, dirigente regionale responsabile di detto progetto.
I motivi della condanna cominciano con la conferenza stampa del 21 novembre 2007 di Giuseppe Messina e Mimmo Fontana, di Legambiente, e di Gioacchino Genchi, i quali, in relazione al "Piano regionale di coordinamento per la tutela della qualità dell'aria ambiente in Sicilia", avevano pubblicamente messo in rilievo, agli organi competenti, che ampie parti di detto piano erano copiate dall'omologo Piano predisposto dalla Regione Veneto.
Nella stessa conferenza stampa, inoltre, Messina aveva sostenuto che il Piano  in questione andava ritirato ed occorreva accertare, altresì, le responsabilità e  se fossero stati utilizzati fondi pubblici per la sua redazione.
Il Piano fu proposto dall'Anzà alla firma dell'Assessore in data  8 agosto del 2007 ed approvato con decreto assessoriale del 09/08/07. Il grave episodio di plagio fu attenzionato anche a livello nazionale, tanto da indurre "Striscia la Notizia" ad intervistare Pietro Tolomeo, dirigente generale del dipartimento dell'Assessorato Territorio e Ambiente, e Salvatore Anzà dirigente responsabile del progetto siciliano aria.
Sia il Tolomeo che l'Anzà furono evasivi in detta intervista, ma questo non bastò a quest'ultimo, con note scritte su carta intestata dell'Assessorato, regolarmente protocollate, pubblicate sul sito della Regione Siciliana ed affisse nelle bacheche dell'ARTA (Assessorato Regionale Territorio e Ambiente), di passare alla diffamazione di Genchi, Messina e Fontana.
Tre note sono riportate in sentenza e sono:
- la nota n. 1 prot. 86097/07 parlava di silenzio omertoso, menzogne e falso storico dei rappresentanti di Legambiente Sicilia e di una banda di lestofanti (Genchi, Messina e Fontana);
- nella nota n. 2 prot. 87942 del 4.12 07 si legge: "i responsabili di Legambiente hanno gravemente diffamato la Regione Siciliana con una serie di gravissime menzogne e falsità, raggirando i giornalisti, (Genchi, Fontana e Messina) con un'indegna sceneggiata allestita da una cricca di imbroglioni, che sembrano afferire ad un settore deviato di Legambiente";
- la nota n. 3 prot. 640/07 parla di "attività diffamatoria di una banda di cialtroni (Genchi, Fontana e Messina) capitanata dalla madre dei lestofanti, il galeotto Genchi".
Dopo quanto scritto ed affermato dall'Anzà, il Messina, di Legambiente, ha proposto presso la prima sezione civile del Tribunale di Palermo domanda di risarcimento contro l'Anzà, per danni morali e materiali, per la redazione delle suddette note nella qualità di direttore di un servizio dell'Assessorato regionale.
Il 5 marzo di quest'anno, la dott.ssa Giulia Spadaro, in funzione di Giudice Unico della prima sezione civile del Tribunale di Palermo, ha condannato per diffamazione il dirigente regionale Salvo Anzà, responsabile del Piano regionale di Risanamento dell'Aria in Sicilia.
La sentenza prevede un risarcimento a favore di Giuseppe Messina di 10 mila euro oltre a 2 mila 910 euro per onorari, spese e competenze.
Legenda,Piano Regione Sicilia Qualità dell'aria,Legambiente,Fontana,Genchi,Messina,Palermo,Regione Sicilia Assessorato Territorio Ambiente Sicilia,Plagio Copia e incolla